Blitz quotidiano
powered by aruba

Pokemon go, mamma e papà a caccia: il figlioletto nudo in strada che piange

PHOENIX – Mamma e papà dispersi a caccia di Pokemon e il loro figlioletto, di appena 2 anni, trovato a vagare solo e in strada. Accade a San Tan Valley, in Arizona, dove una coppia di genitori, Brent e Brianne Daley è finita in manette per essersi lasciata un po’ troppo prendere la mano dalla nuova Pokemon Go mania.

Il fatto risale a domenica sera, quando mamma Brianne e papà Brent mettono a letto il loro piccolino. Poi via di corsa da casa per dare la caccia a Pikatchu e altri animaletti virtuali. Ma il bimbo, come è normale che sia alla sua età, si è svegliato e ha cominciato a chiamare mamma e papà. E’ sceso dal suo lettino e li ha cercati per tutta casa, poi senza neppure rendersi conto del limite che stava varcando è sceso in strada, a piedi e con indosso solo un pannolino.

Dopo tanto vagare è scoppiato in un fragoroso pianto che ha fatto correre i vicini alla finestra. Così intorno alle 22.30 è scattata la chiamata alla polizia. Quando gli agenti sono giunti sul posto, Brent e Brianne non erano ancora rientrati. Li hanno contattati al cellulare, ma solo dopo un’ora abbondante hanno avuto la decenza di presentarsi.

Hanno detto di essere andati a fare benzina e di aver fatto due giri dell’isolato a caccia di Pokemon. Ma secondo le ricostruzioni della polizia, si sono assentati per almeno due ore, lasciato il loro bambino senza supervisione.

La coppia è stata dunque arrestata con l’accusa di aver messo in pericolo la vita del figlio. Il piccolo è stato affidato alle cure del Dipartimento dell’Arizona. Adesso i genitori dovranno presentarsi a processo: rischiano di perdere definitivamente la custodia del loro bimbo.

Immagine 1 di 4
  • Pokemon go, mamma e papà a caccia: il figlioletto  in strada che piange04
Immagine 1 di 4