Blitz quotidiano
powered by aruba

Polizia, a Los Angeles si danno più soldi. In Italia solo tagli

LOS ANGELES – Mentre in Italia si apportano tagli alla sicurezza che incidono non poco sul quotidiano, a Los Angeles sull’onda delle drammatiche sparatorie a Baton Rouge, seguite dalla morte di tre agenti, il sindaco Eric Garcetti, ha annunciato che saranno destinate più risorse al Dipartimento di Polizia di Los Angeles. Sia per quanto riguarda le pattuglie in elicottero che maggiori verifiche sulle chiamate al 911.

Previsto anche lo spostamento di agenti della Metropolitan Division per dare man forte agli agenti di pattuglia. “Stiamo rafforzando le risorse così che la Los Angeles Police Department e altre Agenzie per la sicurezza siano supportate”, ha affermato Garcetti.

La decisione è arrivata dopo che a Baton Rouge hanno perso la vita due agenti di polizia e un vice sceriffo di East Baton Rouge. Feriti anche altri agenti prima che il killer, identificato come Gavin E. Long, 29 anni, di Kansas City nel Missouri, fosse ucciso dalla polizia.

Le morti in Louisiana seguono quella di Alton Sterling, un afroamericano di 37 anni ucciso a colpi di pistola dalla polizia lo scorso 5 luglio. Il 6 luglio, in Minnesota, Philando Castile, 32 anni, sempre afroamericano, è stato colpito da un agente di polizia nel corso di un controllo di routine. Il giorno successivo, a Dallas, durante una protesta del Black Live Matter un uomo armato ha ucciso cinque agenti apparentemente come gesto di rappresaglia per la morte di Sterling e Castile.

La Los Angeles Police Protective League, ha invitato a un’azione più concreta:”In poco più di una settimana, questa Nazione ha visto i suoi agenti dell’ordine presi di mira, braccati e nuovamente uccisi”.

“Non possiamo mantenere i quartieri sicuri se uomini e donne devono affrontare agguati in ogni angolo della strada”. Il capo della Polizia di Los Angeles, Charlie Beck, auspica un maggiore dialogo e condannato la violenza contro le forze dell’ordine.