Blitz quotidiano
powered by aruba

Usa. Uomo colpevole in Arizona di aver sostenuto l’Isis

Un uomo dell'Arizona e' stato riconosciuto colpevole di cospirazione per aver sostenuto l'Isis: Abdul Malik Abdul Kareem, 44enne noto anche come Decarus Thomas, e' stato condannato per tutti e cinque i capi di imputazione contro di lui, relativi alla partecipazione all'attacco durante il concorso di vignette su Maometto avvenuto l'anno scorso in Texas.

USA, PHOENIX – Un uomo dell’Arizona e’ stato riconosciuto colpevole di cospirazione per aver sostenuto l’Isis: Abdul Malik Abdul Kareem, 44enne noto anche come Decarus Thomas, e’ stato condannato per tutti e cinque i capi di imputazione contro di lui, relativi alla partecipazione all’attacco durante il concorso di vignette su Maometto avvenuto l’anno scorso in Texas.

Secondo le autorità, Kareem ha finanziato e motivato i due seguaci dello Stato Islamico uccisi dalla polizia il 3 maggio scorso al concorso di vignette, ed e’ stato anche accusato di aver fornito loro le armi per l’attacco.

I due uomini rimasti uccisi, Elton Simpson e Nadir Soofi, avevano progettato insieme a lui di recarsi in Medio Oriente per unirsi all’ Isis.

Si tratta di uno dei primi processi negli Stati Uniti su accuse del genere. Poco tempo fa a New York, il primo caso si e’ concluso con un verdetto di colpevolezza nei confronti di un veterano militare americano accusato di aver tentato di unirsi allo Stato Islamico.