Cronaca Mondo

Prende a pugni la compagna incinta e la fa partorire al sesto mese di gravidanza

Prende a pugni la compagna incinta e la fa partorire al sesto mese di gravidanza

Prende a pugni la compagna incinta e la fa partorire al sesto mese di gravidanza

PITTSBURGH – Prende a pugni la compagna incinta alla pancia, provocandole il parto al sesto mese di gravidanza. Dopo settimane di botte, sputi e insulti. Le due gemelline sono nate così alla ventitreesima settimana, una di loro non ce l’ha fatta, ma l’altra sopravvive e sta lottando, ancora intubata in ospedale.

La loro mamma, Ziarye Freeman, di Pittsburgh (Stati Uniti), 19 anni, aveva conosciuto quello che sarebbe poi diventato il padre delle piccole, Jay Junior, solo due mesi prima di restare incinta.

Tra i due le liti erano frequenti, racconta il Mirror. E quando litigavano Jay spesso picchiava Ziarye, le sputava addosso e la prendeva a pugni e spintoni. Jay, però, si difende, e sostiene che quando l’ha presa a pugni fino a provocarle il parto loro stavano già litigando e si stavano picchiando a vicenda. “Nessuno di noi ha ragione, ma il torto non è solo sa una parte”, ha detto.

Quel che è certo è che adesso Ziarye ha rotto con lui. Sul suo profilo Facebook ha postato alcune foto della piccola sopravvissuta al parto pretermine. “Adesso la bambina crescerà con i genitori separati visto che Ziarye non vuole perdonarmi. Nessuno dei due era pronto per diventare genitore”, sostiene Jay.

La piccola, intanto, cinque mesi dopo essere venuta alla luce per le botte del padre, è ancora ricoverata in ospedale. Verrà presto sottoposta ad una tracheotomia. Un intervento costoso per il quale i genitori di Ziarye hanno lanciato una raccolta fondi sul web, sul sito GoFundMe.

To Top