Blitz quotidiano
powered by aruba

Preti pedofili, 2 uomini accusano cardinale Pell: “Abusò di noi”

SYDNEY – Il dossier a da parte di ecclesiastici segna un nuovo capitolo in Australia : secondo la stampa australiana, che dà eco ad una trasmissione televisiva della Abc sul caso, due uomini, oggi quarantenni, avrebbero presentato accuse di abusi sessuali da parte del cardinale George Pell, Prefetto della Segreteria per l’Economia Vaticana. Le violenze risalirebbero all’epoca in cui frequentavano la scuola primaria.

I fatti – scrive il quotidiano on line The Australian – sarebbero avvenuti nel 1978-79 e due uomini avrebbero presentato denunce separate alla polizia di Victoria. Il cardinal Pell, sentito dai giornali locali, definisce le accuse “totalmente false“. Nuova bufera dunque sul ministro dell’Economia della Santa Sede.

Sempre secondo le denunce, i presunti abusi sarebbero accaduti quando Pell era sacerdote a Ballarat. Tra la fine di febbraio e i primi giorni di marzo di quest’anno, Pell aveva reso la sua testimonianza, in video-collegamento da Roma, davanti alla Commissione reale sulle Risposte istituzionali agli Abusi sessuali sui Minori. Una maratona a suon di interrogatori che, a causa del fuso-orario, hanno impegnato l’anziano cardinale per diverse notti. Lui deponeva da un albergo romano e la Commissione faceva le sue domande dall’Australia. Ma in questo dossier era stato chiamato in causa non per fatti direttamente a lui attribuiti ma per aver “coperto” reati commessi da sacerdoti nelle sue diocesi.

In quelle stesse settimane erano però uscite, sempre sulla stampa australiana, analoghe notizie, poi non confermate, di accuse dirette nei suoi confronti. Uno degli accusatori del porporato, Lyndon Monument, ha detto oggi all’emittente Abc di avere taciuto fino a questo momento a causa del “potere” dello stesso cardinale. Le denunce sarebbero state depositate presso la speciale task-force chiamata Sano della Polizia di Vittoria, già lo scorso anno.

Gli uomini accusano Pell in particolare di aver abusato di loro quando erano ragazzi, negli anni ’70, in incontri presso la piscina di Ballarat. In una dichiarazione alla Abc, lo staff del cardinal Pell ha detto che “respinge con forza e in modo inequivocabile ogni accusa di abusi sessuali contro di lui”, e ha a sua volta invece accusato la rete televisiva di montare una campagna diffamatoria contro di lui.