Cronaca Mondo

Rapporto in discoteca mentre è ubriaca, la ragazza: “Non è stupro, vi spiego perché”

ksenia-smirnova

Rapporto in discoteca mentre è ubriaca, la ragazza: “Non è stupro, vi spiego perché”

MOSCA – Ha avuto un rapporto consensuale in discoteca e qualcuno li ha ripresi e ha pubblicato il video sul web. La giovane Ksenia Smirnova, 18 anni, era ubriaca e tutti hanno gridato allo stupro. Il suo partner, Rodion Artyushin, è un aspirante poliziotto che è stato licenziato dopo la diffusione del video. La giovane però ha spiegato in un altro video che il rapporto era consensuale e che chi ha gridato allo stupro non sapeva di cosa stesse parlando.

Il sito Leggo scrive che la giovane ragazza ha deciso di spiegare la sua versione dei fatti in una videochat in rete dopo le insistenti richieste di chi riteneva si trattasse di una violenza sessuale:

“Ora però la ragazza ha deciso di raccontare tutta la verità in una videochat in rete. Una campagna online aveva chiesto a Ksenia di spiegare che Rodion l’aveva violentata mentre era ubriaca. La ragazza ha chiarito che l’incontro nei locali notturni, di fronte a centinaia di persone non era una violenza sessuale. “Entrambi siamo stati colpiti da quello che è accaduto… C’eravamo conosciuti prima di quella notte. Non ho sporto denuncia e non lo farò. Sono un’adulta, ho 18 anni e la mia famiglia mi sostiene”, ha spiegato a Metro.

Ksenia non avrebbe mai immaginato questo tipo di conseguenze e non capisce perché sia scoppiato un caso e il video sia diventato virale. “So che sono una ragazza stupida. Il ragazzo presente nel video deve ancora parlare dell’incidente, voleva diventare un agente di polizia e si stava addestrando, ma è stato licenziato quando è stato diffuso il video”.

(Per vedere il video, sconsigliato a minori e ad un pubblico sensibile, clicca qui)

To Top