Blitz quotidiano
powered by aruba

Red Hot Chili Peppers, Anthony Kiedis ricoverato

ROMA – I Red Hot Chili Peppers hanno annullato sabato un concerto a Orange County, in California, perché il cantante Anthony Kiedis è stato colpito da un malore e ricoverato in ospedale. La band era attesa sul palco dell’Irvine Meadows Amphitheatre: è stato il bassista Flea – riferiscono i media Usa – ad annunciare l’imprevisto che li ha costretti a cancellare il live.

“Anthony è stato appena ricoverato e non possiamo suonare stasera. Siamo costernati e tristi. Vi vogliamo bene e viviamo per il rock, ma purtroppo c’è stato un problema medico e bisogna affrontarlo”. “Nessuno è più dispiaciuto di noi di non aver potuto suonare stasera”, ha scritto su Twitter il batterista Chad Smith. “Il mio affetto e i miei auguri di pronta guarigione a mio fratello Anthony”.

I Red Hot Chili Peppers hanno da poco annunciato la pubblicazione del nuovo album, The Getaway, in uscita il 17 giugno per Warner Music, anticipato dal singolo Dark Necessities. Nel loro tour mondiale sono attesi anche in Italia, a Bologna l’8 ottobre e a Torino il 10 e 11 ottobre.

Rolling Stone specifica:

Poco prima del concerto il frontman si sarebbe sentito male, le fonti parlano di “forti dolori allo stomaco” ed è stato quindi portato in ospedale. L’annuncio della cancellazione dello show è stato dato da Flea: «siamo devastati». Ad aspettare i Red Hot c’era una folla di 16.000 persone. Dai portavoce non ci sono notizie riguardo lo stato di salute di Kiedis