Blitz quotidiano
powered by aruba

Roxelana da schiava di harem a sultana di Turchia

Tieniti aggiornato con Blitz quotidiano:

da: Wikipedia

Hürrem Sultan o Karima, nata Alexandra Anastasia Lisowska e conosciuta in Europa semplicemente come Roxelana, (1500 – Costantinopoli, 18 aprile 1558) è stata una concubina ottomana divenuta poi moglie di Solimano il Magnifico.
\”Roxelana\” o \”Roksolana\” era un soprannome, riferito alla sua discendenza ucraina. \”Roxolany\” o \”Roxelany\” era il nome di una etnia slava stanziata nell\’attuale Ucraina, fino al XV secolo.
Figlia di un prete ucraino (\”ruteno\” secondo la terminologia odierna) ortodosso, nacque a Rohatyn, 68 km a sud-est di Lviv (Leopoli), una delle città più grandi della Rutenia rossa (Chervona Rus) che era allora ubicata nel territorio del Regno di Polonia, oggi nell\’occidente dell\’Ucraina.
Negli anni 1520 venne fatta prigioniera dai tatari di Crimea durante una delle loro frequenti incursioni e tradotta come schiava, probabilmente prima nella città di Kaffa, centro della tratta degli schiavi, e quindi ad Istanbul dove venne inserita nell\’harem di Solimano il Magnifico.
Riuscì ad attirare subito l\’attenzione del sultano divenendo oggetto di gelosia da parte delle rivali. Un giorno, la preferita di Solimano, Mahidevran (chiamata anche \”Gülbahar\” – dove Gül significa rosa e Bahar primavera), aggredì Hürrem e la picchiò in modo violento. Sconvolto dal fatto, Solimano bandì Mahidevran dalla capitale e la inviò a Manisa, assieme a suo figlio, il principe Mustafa considerato l\’erede al trono. L\’esilio venne giustificato ufficialmente come la normale prassi di formazione dell\’erede al trono. In seguito, Hürrem divenne l\’indiscussa preferita di Solimano o haseki. L\’influenza di Hürrem sul sultano divenne presto leggendaria ed a ciò deve essere attribuita la nascita di cinque figli, Mihrimah (figlia), Selim, Beyazit, Cihangir. Con una sorprendente rottura della tradizione, divenne moglie legale ufficiale del sultano, facendo di Solimano il primo imperatore ottomano ad essersi sposato, dopo Orhan I. Questo rafforzò la propria posizione nel palazzo e alla fine portò uno dei suoi figli, Selim, a succedere a Solimano. Hürrem sembra sia stata anche consulente di Solimano su questioni di stato, e sembra avere avuto un\’influenza sulla politica estera dell\’impero. Due delle sue lettere al re di Polonia Sigismondo II Augusto sono giunte a noi e durante la sua vita, l\’Impero ottomano ebbe generalmente pacifiche relazioni con lo stato polacco in una forma di pseudo alleanza polacco-ottomana. Alcuni storici ritengono anche che lei potrebbe essere intervenuta con il marito nel controllo degli schiavi tatari di Crimea nella sua terra natale. Molti anni dopo, a causa di un sentore di ribellione (probabilmente fomentata da Hürrem), il sultano, credendo che il figlio volesse scalzarlo dal trono, ordinò lo strangolamento di Mustafa. Dopo la morte del figlio, appurato che nella trama vi era stato il coinvolgimento di Roxelana, questa perse il suo status a palazzo (come madre dell\’erede apparente Selim) e venne inviata a Bursa.

Leggi l’articolo originale