Blitz quotidiano
powered by aruba

Santo Sepolcro, strani effetti “paranormali”

GERUSALEMME – Il Santo Sepolcro di Gerusalemme è stato riaperto per lavori di consolidamento. E alcuni ricercatori avrebbero registrato degli eventi paranormali, come l’emanazione di profumi e perturbazioni elettromagnetiche che avrebbero colpito alcuni strumenti di misurazione usati dai tecnici, scrive il sito cattolico Aleteia. Tanto che l’archeologo Fredrik Hiebert, della National Geographic Society, ha detto: “Quello che abbiamo riscontrato è sorprendente”.

Scrive Aleteia:

In primo luogo, si è riusciti a percepire un “dolce aroma” che emanava dalla tomba, che ricordava le manifestazioni olfattive associate a certi santi. In secondo luogo, certi strumenti di misurazione impiegati dagli scienziati sono stati alterati dalle perturbazioni elettromagnetiche. Quando venivano collocati in verticale sulla pietra sulla quale ha riposato il corpo di Cristo, gli apparecchi smettevano di funzionare o funzionavano male.

Al momento non esistono delle prove scientifiche di quanto avvenuto. Ma si tratta di fenomeni simili a quelli che si sono verificati nel caso della Sacra Sindone, come ha ricordato al Fatto Quotidiano Giuseppe Baldacchini, uno dei più importanti fisici che hanno lavorato sulla Sindone:

“La mia preparazione scientifica mi ha permesso di fare delle ipotesi sulla possibilità che l’immagine fosse dovuta ad un’esplosione di energia. E questa ipotesi è stata verificata in laboratorio con l’uso di sorgenti laser molto particolari”.

 


PER SAPERNE DI PIU'