Blitz quotidiano
powered by aruba

“Sembri un maiale”. Mamma si butta dall’8 piano col figlio in braccio

MOSCA – “Con quel naso sembri un maiale”. Sono queste le parole che avrebbero spinto Anna Ozhigova, mamma russa di 33 anni, a lanciarsi nel vuoto dall’ottavo piano di un palazzo con in braccio il figlioletto Gleb, di soli 8 anni. La donna, caduta in depressione dopo un intervento di rinoplastica mal riuscito, non sopportava più gli insulti del marito dal quale stava divorziando.

La recente separazione e il rischio di perdere anche l’affidamento del figlio, l’hanno condotta alla disperazione. Tutta colpa di un intervento di cui non aveva affatto bisogno: si era rifatta il naso su consiglio del suo chirurgo ma da allora la sua vita era peggiorata. In uno dei suoi ultimi post apparsi su Facebook scriveva:

“Fatico a sorridere e quando provo a farlo le narici mi si allargano e mio marito mi fa il verso del maiale quando mi vede. Operarmi è stata un’idea stupida”.

L’insano gesto si è compiuto giovedì scorso: Anna si è buttata dall’appartamento dei suoi genitori nella città siberiana di Omsk con il figlio addormentato tra le braccia. In un biglietto di addio ha lasciato scritto: “Voglio felicità e pace per Gleb, lui è cresciuto nella rabbia”.

Immagine 1 di 9
  • "Sembri un maiale" Mamma di 33 anni si butta dall'8 piano col figlio in braccio09
  • Dopo
  • Prima
Immagine 1 di 9

 

 

 


TAG: