Cronaca Mondo

Sequestrato, obbligato a mangiare feci di gatto e poi ucciso a bastonate per video Snapchat

Sequestrato, obbligato a mangiare feci di gatto e poi ucciso a bastonate per video Snapchat

Sequestrato, obbligato a mangiare feci di gatto e poi ucciso a bastonate per video Snapchat

MILWAUKEE – Lo hanno attirato in casa con uno stratagemma. Poi è scattata l’atroce trappola mortale: lo hanno immobilizzato, lo hanno obbligato a mangiare feci di gatto. Poi gli hanno orinato addosso. Infine lo hanno preso a bastonate fin quando l’hanno ucciso.

La giovane vittima di questa orribile esecuzione è un ragazzo statunitense di 20 anni Delvin Mendoza-Chaparro. Tutto accaduto a Milwaukee lo scorso 19 dicembre e il “movente” che ha spinto i tre aguzzini (due ragazzi e una ragazza) a ucciderlo dopo averlo seviziato è spaventoso: girare un video per Snapchat. 

A finire in manette, con l’accusa di omicidio di primo grado e torture sono stati tre giovani: Devin Katzfey, 20 anni, l’uomo che ha obbligato la vittima a mangiare feci di gatto, suo fratello Brendan, 19, che ha urinato addosso alla vittima. E poi c’è la ragazza, Sarah Zakzesky, 20 anni.

I tre assassini e la vittima, ha ricostruito la polizia, si sono visti nell’appartamento. Hanno consumato insieme droga e poi sono partite le assurde violenze. Tutto, hanno spiegato, per girare un folle video snapchat.

 

 

To Top