Cronaca Mondo

Servizi segreti Usa: “Marina russa fa paura”

Servizi segreti Usa: "Marina russa fa paura"

Una nave russa

ROMA – I servizi segreti della Marina americana hanno pubblicato un corposo dossier di 68 pagine in cui si annuncia la pericolosità delle flotte russe, come riporta Difesa Online.

“La Russia, nel corso del prossimo decennio, farà grandi passi in avanti per schierare una Marina in grado di difendere il Paese con un’impressionante potenza, limitata soltanto dalla sterminata estensione dei suoi confini. Anche le aree di interesse globale, restano distanti dai principali presidi russi. Nonostante ciò, la flotta russa del 21° secolo sarà una delle più moderne del pianeta e gestita da una nuova generazione di militari di professione”.

Gli americani notano come,

“a partire dal 2000 (dopo la tragedia del sottomarino Kursk), complice un governo stabile, l’economia del Paese si è stabilizzata. C’è stato uno sforzo mirato e finanziato per rivitalizzare la Marina russa. Molti dei programmi sospesi per mancanza di fondi sono stati ripresi. Altri di nuova concezione sono stati finanziati ed alcuni di essi hanno già messo in mare piattaforme sottomarine e di superficie. Nel 2000 i russi disponevano di una manciata di navi in grado di combattere. Il Cremlino, oggi, ha in mare 186 piattaforme (tra navi da guerra e sottomarini) che operano dall’Oceano Atlantico al Pacifico, dal Mar Nero al Baltico, dal Caspico al Mediterraneo fino all’Artico”.

Attualmente, la Marina russa è la terza più potente al mondo. Prima di lei la Cina (sua alleata) e gli Stati Uniti che possono ancora schierare 280 piattaforme da guerra e oltre 100 navi d’appoggio.

To Top