Blitz quotidiano
powered by aruba

Siria: doppia esplosione a Homs, oltre 40 morti

DAMASCO – Sono almeno 46 le vittime causate da due esplosioni che hanno devastato la città siriana di Homs. In un primo momento la televesione di stato siriana aveva parlato di 25 vittime, ma l’Osservatorio dei diritti umani ha aggiornato il tragico bilancio.

La tv di stato siriana ha diffuso le immagini di macerie, soccorsi e fumo nero nel luogo dell’attacco, avvenuto a Al-Zahraa, un sobborgo della città controllata da regime colpito già altre volte da sanguinosi attentati.

L’osservatorio siriano per i diritti umani ha aggiunto che la prima esplosione è stata causata da un’autobomba, mentre per la seconda c’è incertezza se sia stata opera di un kamikaze con una cintura esplosiva o provocata da un’altra autobomba.
Homs, nel centro del paese, è quasi integralmente sotto il controllo delle forze governative ed è regolarmente oggetto di attentai terroristici. L’ultimo, il mese scorso, aveva fatto almeno 22 morti ed era stato rivendicato dall’Is.

ACCORDO TROVATO –  Proprio oggi, domenica 21 febbraio, il segretario di Stato degli Stati Uniti John Kerry ha reso noto con un comunicato che è stato raggiunto un “accordo di principio provvisorio” su un cessate il fuoco in Siria.


TAG: