Cronaca Mondo

Stella arriva su New York: tempesta di neve paralizza città, migliaia di voli cancellati

Stella arriva su New York: tempesta di neve paralizza città, migliaia di voli cancellati

Stella arriva su New York: tempesta di neve paralizza città, migliaia di voli cancellati

NEW YORK – La tempesta di neve Stella è arrivata su New York e sulla costa orientale degli Stati Uniti e ha già causato danni e disagi. Migliaia di voli cancellati, scuole chiuse, traffico in città paralizzato e rinviata anche la visita della cancelliera tedesca Angela Merkel alla Casa Bianca e cancellato il volo del sindaco di Roma Virginia Raggi, invitata ad una conferenza sul clima. I meteorologi avevano già lanciato l’allarme e la tempesta Stella mette a rischio ben 84 milioni di persone che si troveranno a doverla fronteggiare. Le zone più minacciate dalla fortissima ondata di maltempo sono quelle di New York, New Jersey, Philadelphia, Baltimora, Washington Dc, Boston e il sud del Connecticut.

Raffiche di vento fino a 90 chilometri orari, temperature sotto zero e copiose nevicate. A New York, dove la tempesta è arrivata il 13 marzo, il sindaco Bill de Blasio ha dichiarato già lo stato di emergenza a causa dell’abbondante nevicata e del rapido accumulo che si è formato per le strade. La bufera Stella, in arrivo da ovest, si unirà ad un vortice di bassa pressione presente sulla costa atlantica, facendo sì che i fenomeni si intensifichino.

A causa della tempesta il portavoce della Casa Bianca, Sean Spicer, ha annunciato che la visita della cancelliera tedesca Angela Merkel è stata rinviata dal 14 marzo a venerdì 17 marzo e almeno 4mila voli sono stati cancellati in meno di 24 ore, ma il numero potrebbe salire ancora. Annullato anche il viaggio di Virginia Raggi, che la mattina del 14 marzo sarebbe dovuta partire per gli Stati Uniti per partecipare al Women4Climate del C40, la rete delle principali città del mondo impegnate sui cambiamenti climatici.

Il servizio meteorologico ha emesso un’allerta neve per New York, New Jersey e Connecticut che riguarda 19 milioni di persone, ma comprende anche diverse altre zone in numerosi stati della costa orientale del Paese, dalla North Carolina al Maine. Le scuole sono a rischio chiusura. De Blasio ha dichiarato:

“Ci stiamo preparando per una bufera impegnativa, i newyorkesi devono aspettarsi condizioni pericolose sulle strade. Invitiamo tutti ad evitare i viaggi non necessari e a lasciare le strade libere per permettere l’intervento dei mezzi spargisale e sanitari”.

Per la prima volta quest’anno, infatti, la città ha deciso di dispiegare tutta la ‘flotta’ anti-neve, a partire da 689 spargisale, nei cinque distretti della metropoli. Intanto, le precipitazioni hanno già investito il Midwest, dal South Dakota al Minnesota, oltre ad Iowa, Illinois, Indiana, Ohio e Michigan.

 

 

To Top