Blitz quotidiano
powered by aruba

Tenere tuo figlio appena nato in braccio? In sala parto paghi 39 dollari…

NEW YORK – Una mamma ha abbracciato suo figlio appena nato nella sala parto e si è ritrovata un fattura da 39 dollari per “contatto pelle a pelle dopo il cesareo” nel conto dell’ospedale. Un servizio che i genitori hanno dato per scontato che fosse “gratis” ma che a quanto pare ha un suo costo. Per poter permettere infatti l’abbraccio tra madre e figlio neonato, una infermiera ha dovuto trattenersi nella sala parto più del tempo dovuto, questa la spiegazione data dall’ospedale ai neo-genitori.

L’episodio arriva dagli Stati Uniti, dove al termine del parto cesareo l’infermiera ha chiesto alla neo-mamma se voleva abbracciare il suo bambino. La mamma ovviamente ha risposto di sì, ma non si aspettava certo che quell’atto così naturale potesse avere un prezzo. Un prezzo decisamente contenuto, quello di 39 dollari, se considerato il momento di grande impatto che il primo abbraccio a tuo figlio può avere.

La coppia, scrive l’Indipendent, dopo aver letto il conto e scoperto della voce “abbraccio”, hanno comunque reagito con ironia e dichiarato:

“Durante il cesareo l’infermiera ha chiesto a mia moglie se volesse tenere sul proprio petto il bambino. Chiunque avrebbe risposto di sì”.

I genitori hanno spiegato che non si aspettavano di dover pagare e di essere rimasti sorpresi dalla fattura:

“L’infermiera ha anche preso in prestito la mia fotocamera per scattarci delle foto. Avevamo risparmiato per poterci permettere una assistenza a quel livello e fino ad ora era stata un’esperienza del tutto positiva”.

In molti non volevano credere alla versione della coppia, ma dopo la pubblicazione sul web e su social network come Reddit della fattura, anche i più scettici si sono dovuti ricredere. La coppia, comunque, ha reagito con una risata:

“Io e mia moglie volevamo solo condividere la notizia. Stiamo ridendo”.