Blitz quotidiano
powered by aruba

Terremoto Giappone, salvata bimba di 8 mesi da macerie FOTO

TOKYO – Una bimba di 8 mesi è stata salvata dalle macerie dopo essere rimasta incastrata per oltre 6 ore. La piccola era in casa a Mashiki, una delle zone colpite dalla violenta scossa di magnitudo 6,4 del 14 aprile, quando le pareti sono crollate ed è rimasta intrappolata. I vigili del fuoco giapponesi sono accorsi nella prefettura di Kumamoto, nel sud del Giappone, e l’hanno salvata.

Dopo circa sei ore di intenso lavoro i soccorritori sono riusciti a trarre in salvo una bambina di 8 mesi all’interno di una casa crollata. NBC News riporta che la bambina dormiva al primo piano di una casa a Mashiki quando il sisma ha avuto luogo. Nippon TV ha aggiunto che quando il soffitto è crollato ha creato una sorta di cavità che l’ha protetta.

Il salvataggio ha scatenato momento di gioia in Giappone il giorno seguente il violento terremoto che ha causato almeno 9 morti, 765 feriti di cui 53 gravi e oltre 40mila sfollati. La bimba è stata salvata dalle macerie della sua casa appena in tempo, dato che il Giappone all’1,25 del 16 aprile, le 18,25 ora italiana, è stato scosso da un nuovo sisma e ancora più potente, di magnitudo 7 e con allerta tsunami annessa.

(Foto Ansa)

Immagine 1 di 24
  • Terremoto Giappone, nuova scossa del 7: allerta tsunami
Immagine 1 di 24