Cronaca Mondo

Trump. Discorso Islam, ”Lotta al terrore è il bene contro il male”

Donald Trump

Donald Trump

USA, WASHINGTON – Un appello all’unità nella lotta contro il radicalismo nel mondo musulmano e la sfida per una “battaglia del bene contro il male”, con l’invito ai leader arabi a “cacciare i terroristi dai vostri luoghi di culto”.

E’ questa l’essenza del discorso che costituirà il momento centrale della visita di Donald Trump in Medio Oriente, secondo una bozza ottenuta dall’Associated Press.

Nel testo, che sarà pronunciato doenica a Riad, ma che la Casa Bianca ha precisato potrebbe ancora essere modificato, sembra essere stata abbandonata parte di quella retorica anti Islam che aveva caratterizzato la campagna elettorale di Trump. “Non siamo qui per dare lezioni, per dire agli altri come devono vivere, cosa fare e chi essere. Siamo qui invece per offrire una partnership nel costruire un futuro migliore per tutti”, recita il testo.

Il portavoce Sean Spicer ha detto che ci sono 5 bozze e che il presidente continua a prendere spunti per scrivere la versione finale. Nella bozza ottenuta dall’Ap non si fa menzione del “terrorismo islamico radicale”, frase che Trump rimproverava a Obama di non pronunciare mai. Il presidente Usa si pone come “un emissario del popolo americano che consegna un messaggio di amicizia e speranza”.

“Non è una battaglia tra fedi differenti, sette differenti o diverse civiltà – si aggiunge -. E’ la battaglia tra chi cerca di distruggere la vita umana e chi la vuole proteggere”. C’è poi un passo dedicato all’Iran: “Tutte le nazioni di coscienza in Medio Oriente devono lavorare insieme per contenere l’influenza destabilizzante dell’Iran, riportare un equilibrio più stabile di potere nella regione e pregare per il giorno in cui gli iraniani avranno il governo giusto e responsabile che meritano”.

To Top