Blitz quotidiano
powered by aruba

Trump. Messico, contro muro Tijuana processione con Vergine Guadalupe

MESSICO, CITTA’ DEL MESSICO – Francisco Moreno, arcivescovo di Tijuana, la città di frontiera tra il Messico e gli Stati Uniti, ha condotto una processione con l’immagine della Vergine di Guadalupe, la Madonna più venerata dai suoi compatrioti, sino alla barriera metallica che segna il confine fra i due Paesi, per “pregare per i migranti in questa ora difficile”.

La processione si èsvolta dalla parrocchia di Santa Maria del Mare fino alla confine americano. Tijuana, insieme alla città californiana di San Diego, costituiscono una sola zona urbana, con oltre 5 milioni di abitanti, divisa fino al mare da un muro di acciaio, lungo più di 30 km.

I fedeli, ha spiegato Moreno, hanno pregato perché “la Vergine protegga tutti i migranti e i deportati dal Paese vicino”, aggiungendo che l’obbiettivo dell’iniziativa è stato di “costruire un ponte di pace, amore e misericordia insieme alla Vergine di Guadalupe” e chiedere la sua intercessione e la sua benedizione.

“Speriamo che il neoletto presidente Donald Trump si renda conto di quanto sia utile e preziosa la presenza dei migranti messicani negli Usa”, ha auspicato l’arcivescovo.