Cronaca Mondo

Esercito iracheno conquista Ramadi: in fuga miliziani Isis

Truppe irachene conquistano Ramadi: in fuga miliziani Isis

Truppe irachene conquistano Ramadi: in fuga miliziani Isis

LONDRA – Le truppe irachene sono entrate nell’ex complesso governativo di Ramadi strappandolo all’Isis. Lo riferiscono fonti alla Bbc, aggiungendo che i militari sono entrati in un edificio e contano di avanzare nel resto del vasto complesso lentamente nel timore di ordigni esplosivi.

Si ritiene che i jihadisti siano fuggiti a nordest della città. Ramadi, nella provincia di Al Anbar, era caduta nelle mani dei jihadisti lo scorso maggio. Le truppe governative hanno lanciato martedì scorso un’offensiva per strapparla all’Isis e nella serata di ieri erano riuscite a penetrare il centro della città. L’avanzata dell’esercito, sostenuta dall’artiglieria irachena e da raid aerei della Coalizione a guida Usa, viene però rallentata dalle mine disseminate dai miliziani dello Stato islamico.

Dopo l’offensiva aerea della coalizione anti Isis che ha permesso martedì all’esercito iracheno di fare irruzione nella città, i militari entrati nel quartiere di Hoz, la zona amministrativa, a circa 300 metri dal compound dove un tempo c’era la sede del governo provinciale. L’avanzata negli ultimi giorni è stata ostacolata dalle mine nascoste nel terreno, dai cecchini appostati sugli edifici e dagli attacchi-kamikaze dei jihadisti. “Sono ovunque nelle strade e il percorso deve essere ripulito”, aveva confermato al-Numani. “La sorveglianza aerea dall’alto ci sta aiutando a individuare autobomba e kamikaze”.

To Top