Blitz quotidiano
powered by aruba

Tumore a 90 anni, anziché curarsi viaggia per un anno e muore

BOSTON – A novant’anni riceve una diagnosi di tumore all’utero all’ultimo stadio. Ma anziché iniziare le terapie decide di viaggiare per gli Stati Uniti insieme al figlio e alla nuora. E’ la storia di Norma Jean Bauerschmidt. 

Quando il medico le diede la notizia della sua malattia, lei decise di non tentare di lottare con tutte le sue forze di novantenne contro il destino, ma di godersi quel che ancora le veniva concesso.

Così insieme al figlio Tim e alla nuora Ramie ha passato un anno in viaggio, realizzando il suo più grande sogno. Ha fatto un giro in mongolfiera, è andata a guardare le balene e ha visto il Grand Canyon. Dopo un anno di viaggi ed escursioni è morta, felice.

E’ stata la sua famiglia ad annunciarne la morte su Facebook. Norma verrà cremata e sepolta vicino al marito Leo, morto nel 2015 a 67 anni.

In una intervista, il figlio Tim ha detto di essere profondamente grato per aver avuto la possibilità di passare gli ultimi mesi di vita della madre insieme a lei. “Non avevo idea di che persona speciale fosse”, ha raccontato tra le lacrime a People.

Durante il loro lungo viaggio anche la salute di Norma era migliorata, oltre al suo spirito. “Adorava mangiare torte di mele e bere birra. Stava molto meglio”.

E a tutti coloro che seguivano il loro viaggio su Facebook, Norma non ha fatto mancare pensieri pieni di forza e ispirazione, soprattutto a coloro che avevano un tumore. “Lei diceva: bene, immagino che stiamo aiutando qualcuno”, ha raccontato Tim. E Ramie da parte sua ha suggerito che le persone che l’hanno conosciuta potrebbero onorare Norma trovando il loro modo di “infondere gioia nel mondo”.


TAG: ,

PER SAPERNE DI PIU'