Blitz quotidiano
powered by aruba

Tunisia, bus e tir finiscono nel mercato a Kasserine: decine di morti FOTO

TUNISI – Grave incidente mercoledì mattina, 31 agosto, a Khemouda, delegazione di Foussana, nel governatorato di Kasserine, in Tunisia. Un mezzo pesante ed un autobus si sono scontrati, piombando su  un mercato all’aperto. Quattordici persone sono morte, e cinquantuno persone sono rimaste ferite.

Nello scontro uno dei veicoli ha tranciato un cavo elettrico, causando un incendio che ha interessato 17 altri autoveicoli, dei quali 15 andati completamente distrutti. I conducenti dell’autobus e del tir sono entrambi morti. La Protezione civile tunisina ha descritto uno scenaria pocalittico. I feriti sono stati trasportati all’ospedale regionale di Kasserine.

Nelle stesse ore nella medesima zona, a Kasserine, si è conclusa un’imponente operazione antiterrorismo a Hay el Karma, dove le forze armate tunisine sono impegnate da giorni nella caccia ai jihadisti che lunedì hanno compiuto un’imboscata sul monte Sammmama contro una pattuglia militare, uccidendo tre soldati.

I media locali parlano di sparatorie tra jihadisti ed esercito e di due terroristi ed un civile di 16 anni uccisi. Uno dei terroristi morti potrebbe essere il ricercato Jihad El M’barki, l’altro il fratello del noto Mourad Gharsalli, ucciso dalla forze speciali nel 2015. Questi era il luogotenente di Lokman Abou Sakher, ucciso nel marzo 2015 e leader di Okba Bin Nafaa, che ieri ha rivendicato l’imboscata sul Sammana. Gli abitanti di Hay El Harma, hanno riferito i media locali, sono scesi in strada cantando l’inno nazionale.

Immagine 1 di 3
  • Tunisia, bus e tir contro un mercato a Kasserine: decine di morti FOTO 4
Immagine 1 di 3

 


PER SAPERNE DI PIU'