Blitz quotidiano
powered by aruba

Tunisia: salafiti bloccano lezioni in ateneo, sequestrato il preside

Tieniti aggiornato con Blitz quotidiano:

TUNISI – Un gruppo di fondamentalisti islamici (salafiti) ha bloccato l'accesso alla facoltà di lettere dell'università di La Manouba (Tunisi), sequestrando il preside ed impedendo lo svolgimento delle lezioni e degli esami.

Motivo principale della protesta, la decisione del Consiglio di facoltà di interdire alle studentesse il niqab, oltre che alle insegnanti e alle altre dipendenti. Il divieto si basa anche su una disposizione, risalente allo scorso 5 aprile, del ministro dell'Istruzione del governo provvisorio, Taieb Baccouche: "il niqab é categoricamente interdetto negli istituti di ogni ordine e grado e non potrà essere autorizzato, in quanto non esiste alcuna relazione tra questo abbigliamento e l'Islam".

Altro motivo di questa forma di protesta, che ha suscitato una serie di commenti negativi e preoccupazioni, e' la richiesta di destinare una sala di preghiera all'interno della facoltà. A cio' si devono aggiungere le richieste di corsi separati tra maschi e femmine, cosi' come le docenze, maschili per gli studenti, femminili per le studentesse. Ai giovani studenti che avevano avviato la protesta si sono successivamente aggiunti individui di 60-70 anni, secondo notizie raccolte presso il personale docente.