Blitz quotidiano
powered by aruba

Turchia, attacco a matrimonio curdo: 50 morti. Erdogan: “Kamikaze aveva 12-14 anni”

ANKARA – Una bomba durante una festa di nozze in Turchia, non lontano dal confine con la Siria. Una festa di nozze di un militante filocurdo, membro del partito Hdp, e subito l’ipotesi è quella di una strage con connotazione politica.

Pesantissimo il bilancio: almeno 50 il numero delle vittime dell’attacco: ad annunciarlo è l’ufficio del governatore della provincia di Gaziantep sottolineando che sono 94 le persone rimaste ferite. Il vice premier turco Mehmet Simsek ha detto che il “barbaro” attacco sembra essere stato un attentato suicida.

E la dinamica va via via chiarendosi: sono stati trovati i resti di una cintura esplosiva sul luogo dell’attentato. Per la precisione, un gilet esplosivo. E il kamikaze – secondo il presidente Erdogan – aveva 12, massimo 14 anni.

Il governo di Erdogan, ed Erdogan stesso, si affrettano a dare la responsabilità all’Isis.

I terroristi “che non possono sopraffare la Turchia e cercare di provocare il popolo puntando sulla sensibilità etnica e settaria, non prevarranno”: così il presidente turco Recep Tayyip Erdogan, citato da Anadolu. “Non c’è differenza tra il Pkk, l’organizzazione terroristica di Gulen e l’attacco terroristico potenzialmente dell’Isis a Gaziantep”, ha detto Erdogan.

Immagine 1 di 4
  • Turchia: attentato a festa di matrimonio, 50 morti e 94 feriti4
Immagine 1 di 4

TAG: