Blitz quotidiano
powered by aruba

Turchia blocca nave boliviana con 13 tonnellate marijuana

La Turchia ha bloccato martedi sera una nave boliviana in acque internazionali a nord-est del porto libico di Tobruk, sequestrando 13 tonnellate di marijuana in polvere. Lo rende noto il ministero dell'Interno di Ankara, spiegando che si tratta della prima operazione antidroga compiuta dalla Turchia in acque internazionali e del più massiccio sequestro di stupefacenti effettuato in una singola operazione dalle forze di sicurezza.

TURCHIA, ANKARA – La Turchia ha bloccato martedi sera una nave boliviana in acque internazionali a nord-est del porto libico di Tobruk, sequestrando 13 tonnellate di marijuana in polvere.

Lo rende noto il ministero dell’Interno di Ankara, spiegando che si tratta della prima operazione antidroga compiuta dalla Turchia in acque internazionali e del più massiccio sequestro di stupefacenti effettuato in una singola operazione dalle forze di sicurezza.

L’intervento è stato compiuto dalle unità della guardia costiera, allertata dalla polizia, con un mezzo aereo e uno navale.

L’operazione, precisa Ankara, è stata condotta in accordo con il governo boliviano, nel rispetto della Convenzione Onu del 1988 contro il narcotraffico. La nave verrà condotta nelle acque territoriali turche per completare le procedure legali.