Blitz quotidiano
powered by aruba

Turchia, Erdogan parla a Cnn. Fonti Usa: “In fuga verso Londra”

ROMA – Colpo di Stato in Turchia, il presidente Erdogan ha parlato alla nazione in un concitato messaggio. Il presidente, e il dettaglio è indicativo, ha chiamato con Facetime una giornalista della Cnn Turca in quel momento in tv e ha denunciato una rivolta di una minoranza dell’esercito: sarebbero loro i responsabili del colpo.

Il presidente ha detto al popolo: “Scendete in piazza e ribellatevi al colpo di Stato”. Ma non parlava, evidentemente, da un posto sicuro: dalle immagini video mostrate dalla giornalista dal suo cellulare, era impossibile capire dove si trovasse il presidente.

Il presidente ha detto che il governo è ancora al potere e che il tentativo di colpo di Stato è portato avanti da una minoranza dell’esercito, definita “una struttura parallela”.

Non ci sono fonti attendibili ma Erdogan sarebbe in aereo in fuga dalla Turchia. Dicono fonti militari americane citate dalla Nbc che Erdogan avrebbe voluto chiedere asilo alla Germania ma questa ha rifiutato l’atterraggio. A questo punto l’obiettivo sarebbe atterrare a Londra.

Il presidente turco, parlando in diretta, ha imputato la responsabilità del colpo di Stato alla “rete gulenista”, ovvero del predicatore Fethullah Gülen. Erdogan ha inoltre affermato che il colpo di Stato è “opera di una minoranza” delle forze armate.


TAG:

PER SAPERNE DI PIU'