Blitz quotidiano
powered by aruba

Turchia. Onu esorta Ankara al rispetto dei diritti umani

USA, NEW YORK – L’Alto Commissario Onu per i diritti umani, Zeid Ra’ad Al Hussein, ha esortato le autorità turche a rispondere al tentativo di colpo di Stato rafforzando la protezione dei diritti umani e le istituzioni democratiche ed ha espresso “grave allarme” per la sospensione in massa di giudici e pubblici ministeri.

Dato il gran numero di persone detenute in Turchia dopo il tentato golpe, l’Alto Commissario ha inoltre chiesto alla Turchia di “permettere a osservatori indipendenti di accedere ai luoghi di detenzione”.

“A seguito di un’esperienza così traumatica – afferma Zeid in una dichiarazione diffusa a Ginevra – è particolarmente importante garantire che i diritti umani non siano svenduti in nome della sicurezza e nella fretta di punire coloro che sono percepiti come responsabili”.

Zeid ha espresso particolare preoccupazione per l’alto numero di giudici e pubblici ministeri sospesi e per le notizie di ordini di detenzione emessi contro molti di loro. Questo solleva anche preoccupazioni relative alla detenzione arbitraria”, ha detto.