Cronaca Mondo

Turchia. Via a maxi-processo golpe, imputati anche generali

Recep Erdogan

Recep Erdogan

TURCHIA, ISTANBUL – È iniziato lunedi nell’aula bunker della prigione di Sincan ad Ankara un maxi-processo nei confronti di 221 imputati, tra cui molti militari di alto rango, accusati di aver partecipato al fallito colpo di stato del 15 luglio scorso in Turchia.

I sospetti, che avrebbero compiuto i blitz nella sede dello Stato maggiore, sono accusati di far parte della presunta rete golpista di Fethullah Gulen.

Alla sbarra ci sono tra gli altri un generale a 4 stelle, 3 luogotenenti generali, 4 maggiori generali e 16 brigadieri generali. Davanti ai giudici comparirà anche Ali Yazici, ex consigliere militare del presidente Recep Tayyip Erdogan.

Tra gli imputati, 200 sono attualmente detenuti, 9 sono stati rilasciati in attesa di giudizio e 12 risultano latitanti, incluso Gulen. Per loro, le accuse vanno dall’eversione all’organizzazione terroristica al tentativo di uccidere il presidente.

Almeno 38 rischiano ergastoli multipli. La prima fase del processo, che si svolge tra imponenti misure di sicurezza con 1.200 agenti schierati, andrà avanti fino al 16 giugno.

To Top