Blitz quotidiano
powered by aruba

Unifil, cambio al comando: subentra la Brigata Sassari

SHAMA (LIBANO) – Unifil, cambio della guardia al settore Ovest della Forza di interposizione delle Nazioni Unite nel sud del Libano, al confine con Israele: il generale Arturo Nitti, al comando della brigata meccanizzata Sassari, è subentrato al generale Franco Federici, alla guida della brigata Alpini Taurinense, come comandante.

Nel Settore Ovest operano il contingente italiano, composto da oltre mille unità, e quelli di altri 12 Paesi. Alla cerimonia di passaggio delle consegne, che si è svolta nella base italiana di Shama, ha partecipato il capo di Stato maggiore della Difesa, generale Claudio Graziano, insieme ad autorità militari e civili libanesi.

“La stabilità del Libano è strategica per la posizione di questo Paese, per la sicurezza sia del Medio Oriente che dell’Europa”, ha sottolineato nel suo discorso Graziano, che per tre anni, fino al 2010, è stato comandante dell’intera forza Unifil.

Il capo di Stato maggiore ha ricordato, tra l’altro, che il Paese dei Cedri ospita oltre un milione di rifugiati siriani e che le sue forze armate devono combattere contro le infiltrazioni terroristiche. “Si tratta – ha aggiunto Graziano – di una situazione complessa, dinamica e difficile da affrontare”.

Il comandante dell’Unifil, il generale italiano Luciano Portolano, ha spiegato che, dopo alcuni incidenti avvenuti tra l’esercito israeliano e le milizie sciite hezbollah tra fine dicembre e inizio gennaio, “la regione sta vivendo un lungo periodo di stabilità”. Al termine della cerimonia il generale Federici è stato insignito della cittadinanza onoraria della città libanese di Tiro, situata una decina di chilometri a nord della base italiana.


TAG: ,