Blitz quotidiano
powered by aruba

Usa 2016. Clinton, se presidente aumento militare nel mondo

"Non posso assicurare che da presidente non sia costretta a espandere l'intervento militare americano nel mondo. Vorrei poter dire di si', ma non posso". Lo ha detto Hillary Clinton rispondendo a domande in un dibattito tv. "Ma ricorrere alla forza militare per me sara' sempre l'ultima risorsa, non la prima scelta", ha precisato.

USA, WASHINGTON” – Non posso assicurare che da presidente non sia costretta a espandere l’intervento militare americano nel mondo. Vorrei poter dire di si’, ma non posso”. Lo ha detto Hillary Clinton rispondendo a domande in un dibattito tv. “Ma ricorrere alla forza militare per me sara’ sempre l’ultima risorsa, non la prima scelta”, ha precisato.

Dal canto suo Sanders si difende. “Certo che parto svantaggiato. Ci confrontiamo contro una delle piu’ potenti organizzazioni politiche, quella dei Clinton”: cosi’ ha detto Sanders in un dibattito tv dal New Hampshire rispondendo a domande sui sondaggi che lo segnalano come favorito nello Stato del New England, il secondo a votare per le primarie il prossimo 9 febbraio dopo i caucus dell’Iowa, in cui lo scorso lunedi’ il senatore liberal ha perso per pochissimo voti a favore di Hillary.

Per aiutare la moglie l’ex presidente Bill Clinton e’ in Sud Carolina a fare campagna per Hillary candidata per la nomination democratica che in questo Stato, dove si terranno le primarie il prossimo 27 febbraio, corteggia l’elettorato afroamericano.

Hillary si trova invece in New Hampshire, dove si vota il 9 febbraio e dove a breve si scontrera’ con lo sfidante Bernie Sanders rispondendo a domande degli elettori in un dibattito tv trasmesso dalla Cnn.