Blitz quotidiano
powered by aruba

Usa 2016. Giudice, Hillary dovrà rispondere per iscritto su e-mail

USA, WASHINGTON – Un giudice federale a Washington ha disposto che la ex segretario di Stato e attuale candidata democratica alla presidenza Hillary Clinton risponda per iscritto a domande sull’utilizzo di server e indirizzo di posta elettronica durante il suo mandato al dipartimento di Stato che un gruppo di area conservatrice ha chiesto di poter visionare.

Il giudice ha però negato una nuova deposizione sotto giuramento per Clinton che era la richiesta iniziale avanzata dalla stessa organizzazione, “Lawyers for Judicial Watch”, che si era appellata al Freedom of Information Act, in quanto quest’ultima “non è riuscita a dimostrare di non poter ottenere i chiarimenti richiesti attraverso metodi meno pesanti e intrusivi di un interrogatorio”, ha affermato il giudice.

Il giudice Emmet Sullivan ha fissato sì per il 14 ottobre la scadenza per la presentazione delle domande con 30 giorni a disposizione di Hillary per fornire le risposte.