Blitz quotidiano
powered by aruba

Usa 2016. Hillary sorpassa Trump nelle spese elettorali di luglio

USA, NEW YORK – Hillary Clinton ha superato Donald Trump nelle spese elettorali in luglio, anche se nel mese precedente i due candidati alla Casa Bianca avevano raccolto una cifra simile (90 mln la prima, 82 il secondo).

L’ex segretario di stato – secondo dati dichiarati pubblicamente – ha investito circa 49 milioni, di cui 26 per produrre e trasmettere spot in tv e online, 5 per pagare il suo staff di 705 persone (Trump ne ha solo 70) e 2 per viaggi.

Trump ha fatto segnare la sua spesa piu’ alta in luglio, raddoppiando la cifra di maggio e giugno, ma i suoi 18,4 milioni sono quasi un terzo di quelli usati dalla sua rivale. E circa meta’, 8,4 mln, sono andati alla compagnia di web-design Giles-Parscale, il cui presidente, Brad Parscale, lavora come direttore della campagna digitale del tycoon, che vuole rafforzare la raccolta fondi online.

Trump ha speso altri 3,2 mln per viaggiare e 1,8 per il merchandise. Ben 7,7 mln sono stati usati per pagare sue compagnie o membri della sua famiglia per coprire spese legate alla campagna. Appare inoltre anomalo che continui a pagare l’ex campaign manager Corey Lewandowski: 20 mila dlr in luglio, due settimane dopo che era stato scaricato e assunto dalla Cnn come commentatore politico.

Secondo alcuni l’emittente all news dovrebbe cominciare a porsi domande sul possibile conflitto di interessi del suo commentatore, che naturalmente parla sempre a favore di Trump. Dall’inizio della campagna, il magnate ha speso 89,5 mln di dlr, contro i 319 di Hillary.