Cronaca Mondo

Usa. Epidemia influenza ha colpitto tutti gli stati dell’Unione, 37 bimbi morti

NEW YORK, STATI UNITI – L’epidemia di influenza negli Stati Uniti e’ arrivata in tutti i 50 Stati dell’Unione, le morti infantili sono salite a 37 – da 24 rispetto ai dati precedenti – gli anziani continuano a venire colpiti con particolare gravita’, ed e’ spuntato il primo caso in cui la malattia stagionale non risponde ad alcun farmaco antivirale disponibile: gli ultimi dati dei Centri per la prevenzione ed il controllo della malattie (Cdc) sono un bollettino di guerra.

E gli esperti di salute pubblica lanciano un ulteriore monito alla popolazione: in America sta circolando in maniera sempre piu’ diffusa un ceppo ”particolarmente aggressivo e contagioso” di norovirus, responsabile delle cosiddette ”influenze allo stomaco” che causano vomito e diarrea. I contagi di questo particolare norovirus si sono impennati del 58% a dicembre e sono associati a ”a una malattia piu’ grave dell’usuale”. Quanto all’influenza vera e propria, i dati dei Cdc rivelano che ”nell’ultima settimana le ospedalizzazione ed i decessi sono cresciuti ancora con l’impatto piu’ grave tra gli anziani oltre i 65 anni di eta”’.

Le morti per polmonite e complicazioni respiratorie dovute al virus H1N1 hanno rappresentato il 9.8% di tutti decessi degli ultimi sette giorni: la soglia per dichiarare uno stato epidemico e’ quando piu’ del 7.3% delle morti settimanali che dipendono da una singola malattia. A preoccupare ulteriormente e’ la comparsa del primo caso di influenza resistente anche al farmaco a base di ‘oseltamivir’ (in commercio sotto il nome di Tamiflu). La resistenza ad altri prodotti antivirali era gia’ emersa ma ”questo e’ il primo episodio in cui un paziente non risponde nemmeno al Tamiflu”, hanno reso noto gli ufficiali sanitari.

2x1000 PD

Quanto alla diffusione della malattia, gli esperti sottolineano che ”pur rimanendo elevata nella maggior parte del Paese, alcuni indicatori segnalano una possibile stabilizzazione dell’epidemia con alcune aree in aumento ed altre in diminuzione”. Al momento l’influenza e’ ancora in crescita ad Ovest ed in apparente declino altrove.

Click to comment

You must be logged in to post a comment Login

Leave a Reply

To Top