Blitz quotidiano
powered by aruba

Usa, infilzata da ombrellone in spiaggia muore in ospedale

ROMA – E’ morta dopo essere stata infilzata da un ombrellone che, a causa del fortissimo vento, si è sollevato dalla sabbia. Lottie Michelle Belk, 55, sulla spiaggia festeggiava contenta il suo compleanno, ma all’improvviso una forte raffica ha colpito l’ombrellone ancorato sulla sabbia e che, sollevandosi, l’ha “pugnalata” al petto.

La donna, madre di due figli e due adottivi, dopo il drammatico incidente è stata ricoverata nell’ospedale di Virginia Beach, Stati Uniti, ma a causa delle gravi ferite è deceduta.

La figlia maggiore, Ashley Denton, ha ricordato sua madre, come una “donna amorevole” che aveva lavorato per anni nel settore dell’igiene mentale ed ha aggiunto che da poco aveva conseguito il Master in Business alla Strayer University. La polizia ha affermato che al momento stanno ancora studiando la dinamica dell’incidente ma non ci sono tuttavia prove di un omicidio, secondo WAVY . Il giornale riporta che al momento dell’incidente, la velocità del vento era tra i 32 e i 40 km/orari. I testimoni hanno descritto l’episodio come una delle “cose ​​più spaventose a cui abbiano mai assistito”. Hugh Martin, che era in spiaggia, ha detto a WTVR : “Qui c’era molto vento. Ho visto l’ombrellone sollevarsi in aria e poi colpire la donna facendola cadere di lato. Una cosa spaventosa”.

Bagnini e bagnanti si sono precipitati in suo aiuto, prima dell’arrivo della polizia che aveva ricevuto segnalazioni su una donna in arresto cardiaco. Quando gli agenti sono arrivati hanno capito che aveva subito una ferita mortale: è stata ricoverate nell’ospedale della Virginia, dopo è poi deceduta. ​​


TAG: