Blitz quotidiano
powered by aruba

Usa: la nonna muore per difendere i nipoti dal maniaco

NEW YORK – Un maniaco tenta di violentare i suoi nipotini, e così la nonna coraggio muore per difenderli. Questa l’assurda storia di Candy Arthurs, accoltellata a morte da un maniaco che con una scusa aveva avvicinato in nipotini della donna di 7 e 8 anni n un parco pubblico di Columbus, la capitale dello Stato dell’Ohio. L’aggressione risale al 23 giugno scorso ma dopo aver lottato tra la vita e la morte per settimane a seguito delle ferite riportate, la donna è morta mercoledì scorso in un letto di ospedale dove era ricoverata.

L’uomo, Kristopher Amos, già condannato in passato e schedato per reati sessuali su minori e che era stato in precedenza arrestato per l’aggressione,  si era avvicinato ad un gruppo di bambini che giocavano nel parco chiedendo ai due nipotini della donna, Kourtnee e Jeremy, di aiutarlo a ritrovare il suo drone smarrito. La nonna, che era a poca distanza con altri nipotini più piccoli, aveva assistito alla scena e aveva seguito i tre scoprendo le intenzioni dell’uomo. Il 29enne infatti aveva portato i due piccoli in un vicolo cieco e li stava molestando . Candy si è subito scagliata contro l’uomo urlando e affrontandolo, ma questo, vistosi perso, ha tirato fuori un coltello e l’ha colpita al petto. Nell’aggressione è rimasto ferito anche il piccolo Jeremy di 7 anni che fortunatamente però ora si sta ristabilendo.