Blitz quotidiano
powered by aruba

Se la Russia attacca la Nato non è pronta, allarme Usa

MOSCA – Le truppe NATO non sono preparate per un ipotetico faccia a faccia con la Russia, così svela un alto funzionario Usa della Difesa. Michael Carpenter, vice segretario alla Difesa americana per Russia, Ucraina ed Eurasia, ha parlato di fronte al Comitato per le Relazioni Estere del Senato sullo stato attuale delle forze NATO in Europa orientale, dove le tensioni stanno aumentando mentre la Russia incrementa la propria presenza militare nella regione.

Quattro mesi fa il gruppo di esperti del RAND ha pubblicato un rapporto preoccupante, ipotizzando che alle forze russe basterebbero solo 60 ore per abbattere la NATO nella regione Baltica. Quando il senatore Cory Gardner ha chiesto a Carpenter maggiori informazioni circa il report, Carpenter ha confermato che la NATO sicuramente non è del tutto preparata. In ogni caso, Carpenter ha detto che entro l’anno prossimo, gli USA potrebbero aiutare a incrementare il numero di truppe NATO nella regione.

La sua dichiarazione giunge mentre la NATO porta avanti la più grande esercitazione in Europa dopo la Guerra Fredda. Un migliaio di soldati britannici, 12.000 soldati polacchi e 14.000 soldati americani, insieme ad altri di differenti nazionalità, stanno partecipando all’allenamento di due settimane per “controllare l’abilità di difesa del fianco orientale dell’alleanza”. La Russia ha risposto a questo allenamento militare in grande scala, inviando una massa di truppe a ovest, verso il confine con l’Ucraina, dove sta costruendo una nuova base militare. Le tensioni tra la Russia e gli Stati Uniti sono in aumento dal 2014, quando il presidente russo Vladimir Putin decise di intervenire nella rivoluzione ucraina annettendo lo stato di Crimea.


TAG: , ,