Cronaca Mondo

Usa, negoziante uccisa con una bottiglia di vino durante una rapina

Usa, negoziante uccisa con una bottiglia di vino durante una rapina

Usa, negoziante uccisa con una bottiglia di vino durante una rapina

NEW YORK  –  Uccisa durante una rapina. Charlotte Lahr, 46 anni, di Rochester, New York, nel corso di una rapina nel suo negozio di liquori è stata picchiata a morte con una bottiglia di vino.

La donna, madre di tre figli, è stata trovata svenuta da un cliente all’interno del negozio in South Avenue Wine and Liquor: vano l’intervento delle autorità per rianimare la donna, già morta quando i soccorsi sono arrivati.

Il giorno successivo Kevin Quander, 59 anni, detenuto in libertà vigilata, è stato arrestato con l’accusa di omicidio e rapina, preso grazie ai filmati di sorveglianza e alle impronte che gli agenti hanno rilevato sulla scena del crimine, spiega il New York Daily News.

Secondo Syracuse.com, nella denuncia penale si legge che Quander ha “ripetutamente colpito la vittima sulla testa e sul viso con una bottiglia di vino, provocandone la morte” e che durante l’aggressione aveva in mano un coltello.

La Lahr, in base a quanto affermato dai primi soccorritori giunti sul posto, aveva subito gravi traumi alla testa e al torace. Quander, che ha tre precedenti condanne alle spalle, poche settimane prima dell’incidente era stato rilasciato ed era in libertà vigilata, e non si è dichiarato colpevole.

Dopo l’omicidio Lovely Warren, sindaco di Rochester, ha chiesto una revisione del sistema di libertà vigilata. “Non tutti quelli che sono fuori sulla parola commetteranno un altro crimine, ma è indispensabile migliorare la collaborazione con la divisione libertà condizionale”, ha affermato la Warren nel corso di una conferenza stampa.

To Top