Cronaca Mondo

Usa, pensionato polacco di 98 anni accusato di essere stato comandante nazista

Usa, pensionato polacco di 98 anni accusato di essere stato comandante nazista

Usa, pensionato polacco di 98 anni accusato di essere stato comandante nazista

VARSAVIA – Falegname in pensione del Minnesota, con un passato da comandante di una unità nazista, coinvolto nella morte di 44 polacchi. E’ il sospetto che pesa su Michael Karkoc, polacco naturalizzato americano di 98 anni. Sospetto per il quale la Polonia ha intenzione di chiedere l’estradizione dell’uomo.

I pubblici ministeri polacchi sono infatti sicuri al “al cento per cento” della sua identità e hanno chiesto al tribunale regionale di Lublino di emettere un mandato di arresto.

“Mettere insieme le prove necessarie per incriminare qualcuno di genocidio è sempre un grande successo, ha spiegato il magistrato Andrzej Pozorski. Questo caso dimostra che questa possibilità esiste ancora o che è almeno possibile portare i presunti responsabili davanti alla giustizia. Non bisogna mai fermarsi di perseguire i crimini fino a quando esiste anche la minima possibilità che giustizia sia fatta”.

E’ stata l’Associated Press a scoprire, nel giugno 2013, il passato dell’uomo, che nel 1949 emigrò negli Stati Uniti con i suoi due figli, dicendo di non aver mai prestato servizio militare. Nel 1959 divenne cittadino naturalizzato americano. La famiglia ha negato ogni coinvolgimento in crimini di guerra. Ma i procuratori dell’Istituto nazionale della Rimembranza hanno chiesto ad un tribunale locale un mandato di arresto per Karkoc. Janicki ha detto che se sarà emesso la Polonia chiederà l’estradizione.

To Top