Cronaca Mondo

Washington, James Hodgkinson spara a capogruppo dei repubblicani: non è terrorismo

(foto Twitter)

(foto Twitter)

NEW YORK – Un deputato repubblicano del Congresso degli Stati Uniti, Steve Scalise, e altre persone sono state ferite durante una sparatoria in un campo da baseball nei pressi di Washington. Il sospetto James Hodgkinson, 66 anni, di razza bianca e cittadino americano di Belleville, in Illinois, è morto in ospedale dove era sotto custodia. Ad annunciare la morte dello sparatore in diretta tv il presidente Donald Trump.

Hodgkinson – secondo le prime notizie frammentarie – sarebbe il titolare di una impresa che si occupa di perizie immobiliari, anche se la licenza sarebbe scaduta nel novembre del 2016 e non è mai stata rinnovata. Nell’aprile del 2016 l’uomo fu accusato di percosse e di aver danneggiato un’automobile. Accuse che però vennero archiviate.

Il bilancio provvisorio è di almeno cinque feriti. La sparatoria si è verificata su un campo di baseball di Alexandria, in Virginia nel corso di un allenamento in vista di una partita di beneficenza al quale partecipavano anche altri deputati repubblicani del Congresso. Scalise, colpito a una gamba e all’anca, è in “condizioni stabili”. L’ufficio del deputato ha emesso un comunicato in cui si spiega che “Scalise è in condizioni stabili, attualmente sottoposto a intervento chirurgico”.

San raffaele

Un portavoce di Scalise ha dichiarato che il deputato “prima di entrare in sala operatoria era su di morale, ha parlato al telefono con la moglie e ha espresso la sua gratitudine per le azioni eroiche degli agenti del Congresso, dei soccorritori e dei colleghi”.

Scalise è il capogruppo della maggioranza repubblicana alla Camera dei Rappresentanti.  “E’ stato un attacco deliberato”: così fonti investigative, citate dai media Usa, descrivono la sparatoria.

Secondo le prime informazioni l’aggressore è uomo bianco con i capelli neri, indossava jeans e maglietta blu e apparentemente ha tra 40 e 50 anni. Aveva un fucile e una pistola.

Colpito al petto anche un assistente del deputato. Gli altri due feriti sarebbero agenti di polizia. Secondo quanto si legge in un tweet di un reporter di Fox News anche due membri dello staff del Congresso sono stati colpiti.

Jeff Flake, senatore dell’Arizona, era sul posto e, secondo la sua testimonianza raccolta da Cnn, l’aggressore, un bianco di mezza età, aveva moltissime munizioni e ha continuato a sparare per circa 10 minuti. Flake ha aggiunto di aver visto visto il deputato Scalise ferito, trascinarsi a terra per molti metri prima di restare immobile. Lo stesso Flake lo avrebbe raggiunto e soccorso solo quando l’uomo ha smesso di sparare.

Il deputato dell’Alabama Mo Brooks, ha raccontato che i politici si stavano allenando nella squadra congressuale di baseball quando è iniziata la sparatoria. Secondo Brooks, l’assalitore è un uomo bianco che ha usato un’arma semiautomatica. “Continuava a sparare alle diverse persone. Potete immaginare, tutti si sono sparpagliati sul campo”, ha raccontato ancora Brooks.

“Ho sentito 50-60 colpi di arma da fuoco. Se non fosse stato per la polizia saremmo tutti morti” ha detto il senatore repubblicano Rand Paul.

Poco prima della sparatoria “un ragazzo mi ha chiesto se in campo c’erano democratici o repubblicani”. Lo ha detto a Fox News il deputato repubblicano Ron DeSantis. “Sono andato via poco prima che tutto iniziasse – ha spiegato – stavo entrando in macchina con un mio collega quando un ragazzo è venuto verso di noi chiedendo se c’erano democratici o repubblicani in campo”.

“Le nostre vite sono salve grazie alla polizia di Capitol Hill – ha spiegato un altro senatore repubblicano, Rand Paul del Kentucky, a Cnn – Se non ci fossero stati quegli agenti sarebbe stato un massacro. Saremmo stati privi di alcuna difesa e impossibilitati di prestare soccorso ai feriti. Il campo di baseball si sarebbe trasformato in un campo di sterminio. Se avessimo provato a scappare via mentre quel tizio continuava a sparare, saremmo morti tutti”.

La sfida era in programma per domani al Nationals Park di Washington. Ad affrontarsi in questa competizione, uno degli eventi sportivi più attesi dalla Washington politica, sono la squadra dei democratici e quella dei repubblicani, formate da senatori e deputati.

Steve Scalise, il deputato ferito in Virginia, è uno dei più alti esponenti del partito repubblicano alla Camera dei Rappresentanti. Il suo ruolo è quello di coordinatore del gruppo, colui che è incaricato di tenere i collegamenti tra il leader del partito e il gruppo stesso, assicurandosi che i suoi componenti siano presenti quando si vota e seguano la disciplina di partito. Non a caso viene chiamato “whip”, la frusta. Scalise è anche presidente della commissione studi del partito.

Il presidente Donald Trump, che oggi compie 71 anni, e il vice presidente Mike Pence si dicono “profondamente rattristati per la tragedia”.

La Casa Bianca ha cancellato l’evento in programma più avanti nel corso della giornata, durante il quale il presidente americano Donald Trump sarebbe dovuto intervenire al Dipartimento del Lavoro.

To Top