Blitz quotidiano
powered by aruba

Usa, trova pepita d’oro da mezzo chilo: vale 70mila dollari FOTO

LOS ANGELES – Trova una pepita d’oro da mezzo chilo, del valore di 70mila dollari: è successo ad un fortunato cercatore d’oro della California, Oscar Espinoza.

Martedì scorso Espinoza si trovava nella cittadina di Jamestown per tentare la sorte, e si è imbattuto in una grossa pietra…d’oro. Espinoza, che vive a Modesto, ha subito raccontato il suo colpo di fortuna al suo amico e proprietario di el Charlie Morgan, a cui ha affidato la preziosa pepita in attesa di capire cosa farne. E Morgan alla stampa ha chiarito che “nessuno sa dove si trovi la pepita. Certamente non l’ho lasciata nell’albergo”.

Dopo questa importante scoperta gli abitanti di Jamestown sperano che inizi una nuova corsa all’oro. Non sarebbe, del resto, una novità in California.

Proprio qui, infatti, nella Sierra Nevada, nella seconda metà dell’Ottocento si scatenò la ricerca di pepite che attrasse cercatori d’oro da tutto il mondo. La corsa all’oro ebbe inizio il 24 gennaio del 1848, quando il pioniere svizzero Johan Suter (americanizzato in John Sutter) scoprì un filone del prezioso metallo mentre stava lavorando alla costruzione di una fabbrica lungo le rive del fiume Sacramento.

Sutter tentò di mantenere segreta la notizia, ma invano. Arrivarono presto cercatori d’oro da tutto il mondo, facendo sorgere in California le prime città, con banche, saloon e casini. Molte di queste città, però, si spopolarono definitivamente nel 1855, quando finì la corsa all’oro.

(Foto Facebook)

Immagine 1 di 2
  • Usa, trova pepita d'oro da mezzo chilo: vale 70mila dollari FOTO 2
Immagine 1 di 2

TAG: ,

PER SAPERNE DI PIU'