Cronaca Mondo

Verginità in vendita: Yulia la dà per 1600 euro. “Meglio così che ubriaca a un party”

Verginità in vendita: Yulia la dà per 1600 euro. "Meglio così che ubriaca a un party"

Verginità in vendita: Yulia la dà per 1600 euro. “Meglio così che ubriaca a un party”

KIEV – Verginità in vendita: “Meglio così che ubriaca ad una festa”. Ne è convinta Yulia, studentessa ucraina di 18 anni che promette di concedersi alla modica cifra di 50 mila grivnia, l’equivalente di 1620 euro. Un prezzo abbastanza stracciato, considerate le sue predecessore, come Aleexandra Khefren, romena di 18 anni che ha venduto la sua prima volta all’asta per 2 milioni di euro.

L’annuncio di Yulia è apparso sul giornale Trobinka, una sorta di Porta Portese ucraino. In mezzo a venditori di orologi, antiquariato e animali, c’era la sua foto con la scritta “Verginità in vendita” messa strategicamente a coprire parte del volto. Il testo recita:

“Bella ragazza, 18 anni, studentessa. Darò la mia verginità a un uomo serio che mi offrirà 50.000 grivna. L’incontro avrà luogo a Melitopol in un luogo che sarà scelto da me. Ho avuto dei ragazzi in precedenza, ma ho voluto mantenere la mia verginità: mi sottoporrò a un esame in un ospedale che confermerà che non ho mai avuto rapporti sessuali in precedenza. Ho bisogno di soldi non per divertimento, ma per una buona causa”.

Restano ignoti i motivi che l’hanno spinta a farlo: la ragazza infatti ha spiegato di avere urgente bisogno di soldi per un problema serio. “Fatti personali”, ha detto al Daily Mail senza aggiungere altro. “Prima o poi avrei dovuto dirle addio – ha concluso – Meglio farlo in questo modo che ubriaca a un party”.

Sulla sicurezza dell’evento Yulia non ha preoccupazioni: ha in mente il piano “perfetto” che, a suo parere, dovrebbe tenere lontani “maniaci o soggetti non idonei”. Andrà all’appuntamento accompagnata da un amico che avrà il compito di ritirare la ricompensa: se entro un’ora il ragazzo non riceverà una sua chiamata, dovrà immediatamente allertare la polizia.

I candidati dovranno sostenere un colloquio via Skype, ma al momento proposte serie non sono pervenute

To Top