Cronaca Mondo

Voli per gli Usa: bisogna andare in aeroporto 3 ore prima

aeroporto-check-in-ansa

Code ai check-in: per i voli verso gli Usa arrivate prima (foto d’archivio Ansa)

ROMA – Volete andare negli Stati Uniti? Dovete andare in aeroporto almeno tre ore prima. Questa modifica riguarda i voli di alcune compagnie aeree (tra le altre Lufthansa, Emirates, Air France, Cathay Pacific e Norwegian Air ) che effettuano voli intercontinentali, dopo che il governo Trump ha chiesto più rigidità nei controlli dei passeggeri extra-americani.

Arrivare prima in aereoporto.

“Ai controlli sugli strumenti elettronici già introddotti, i passeggeri diretti in American potranno ora essere sottoposti a brevi interviste al check-in, al controllo documenti o direttamente al gate di imbarco” ha riferito un portavoce della tedesca Lufthansa specificando che le nuove regole “entreranno in vigore da domani (26 ottobre, ndr)”. Le compagnie coinvolte stanno inviando sms ai passeggeri consigliando loro di arrivare ancor prima del solito in aeroporto.

Cosa cambia per chi vola.

Secondo quanto riporta Il Sole 24 Ore, le nuove regole riguarderanno “325mila passeggeri su 2mila linee commerciali”, che toccheranno 280 scali e 105 paesi. La Casa Bianca aveva chiesto più rigidità nella sicurezza per alleviare i divieti fissati nel corso dell’anno. Le nuove regole, spiega il quotidiano fianziario, sono state “decise dalle singole compagnie”. Lufthansa comunica che farà delle domande ai passeggeri già al check in di partenza. Inoltre è previsto di chiedere ai clienti di fascia Economy di presentarsi in aeroporto 90 minuti prima. Anche Cathay Pacific chiederà informazioni ai passeggeri prima di salire a bordo e consiglierà di arrivare almeno tre ore prima del decollo.

To Top