Cronaca Mondo

Yemen, trafficante getta in mare i migranti: decine di morti, molti ragazzini

Onu: "Trafficante ha gettato in mare 120 migranti al largo dello Yemen: decine di morti"

Onu: “Trafficante ha gettato in mare 120 migranti al largo dello Yemen: decine di morti” (Foto d’archivio)

SANA’A – Dramma dell’immigrazione al largo delle coste del Corno d’Africa. L’agenzia delle Nazioni Unite per le migrazioni (Oim) ha reso noto che almeno 50 migranti dalla Somalia e dall’Etiopia sono stati “deliberatamente gettati in mare” da un trafficante di esseri umani in fuga nelle acque territoriali dello Yemen. 

La Organizzazione internazionale per le migrazioni ha definito l’incidente “scioccante e disumano”. I suoi dipendenti hanno trovato i corpi di 29 migranti in una spiaggia di  Shabwa, governatorato dello Yemen, durante un controllo di routine.

Secondo l’Oim il trafficante avrebbe costretto 120 migranti a gettarsi in mare mentre si avvicinava alle coste dello Yemen. Nel suo comunicato, l’Oim precisa che il suo personale ha soccorso 27 sopravvissuti, che si sono fermati sulla spiaggia, mentre altri se ne sono andati. E allo stesso tempo aggiunge che ci sono almeno 22 dispersi.

Le acque tra il Corno d’Africa e lo Yemen sono una frequentata rotta di migrazioni nonostante il conflitto in Yemen. Secondo i dati dell’Oim, sono circa 55mila i migranti che hanno lasciato i Paesi del Corno d’Africa per passare in Yemen da gennaio, provenienti in gran parte da Somalia ed Etiopia. Un terzo di loro sono donne.

Nonostante la guerra in Yemen i migranti africani continuano infatti a passare di lì perché non c’è un’autorità centrale che possa impedire loro di sbarcare e proseguire poi il loro viaggio. Ma proprio a causa della guerra il tragitto diventa sempre più pericoloso e i migranti finiscono spesso nelle mani dei guerriglieri o di banditi senza scrupoli.

 

To Top