Cronaca Mondo

YOUTUBE Pipistrelli vampiro, è allarme attacchi: morto un uomo in Brasile

YOUTUBE Pipistrelli vampiro, è allarme attacchi: morto un uomo in Brasile

Pipistrelli vampiro, è allarme attacchi: morto un uomo in Brasile

BRASILIA – Nel Brasile nord-orientale è allarme pipistrello vampiro. Un uomo di 46 anni, Edivalson Francisco Souza, è morto dopo aver contratto la rabbia e più di 40 persone sono state sottoposte a cure mediche. Quello di Souza è il primo decesso causato dalla rabbia in Brasile dal 2004, sottolinea il Daily Mail.

L’ondata di attacchi dei pipistrelli è la più grande mai registrata nella regione ed è attribuita all’inquietante aumento della popolazione di pipistrelli vampiro che si annidano nell’area urbana.

Recentemente, le squadre di Controllo delle Malattie dell’autorità sanitaria dello Stato di Bahia (SESAB) sono state mobilitare per abbattere i pipistrelli attraverso la cattura e l’applicazione di veleno sul loro corpo, così da poter controllare l’aumento delle nascite.

San raffaele

Secondo quanto affermato dalla SESAB, Edivalson Francisco Souza, quando è stato morso a un piede dal pipistello vampiro, stava mungendo una mucca in un’azienda agricola a Paramirim. Souza ha lavato la ferita, si è dimenticato dell’episodio e non si è fatto visitare da un medico.

Dopo tre settimane è stato ricoverato in preda a mal di testa, nausea, ansia, respiro corto e ha rammentato l’accaduto. E’ risultato positivo al test per la rabbia e i medici gli hanno somministrato il vaccino ma era ormai troppo tardi ed è deceduto.

SESAB ha immediatamente emanato un avviso di salute pubblica, avvertendo il rischi di contrarre la rabbia. A pochi giorni dalla morte di Souza, i residenti a Salvador, la capitale a circa 650 chilometri da Paramirim, hanno segnalato una raffica di attacchi da parte dei pipistrelli vampiro.

Secondo il veterinario Aroldo Carneiro, le persone solitamente ritengono che il morso di un pipistrello sia al pari di un semplice taglio. I pipistrelli vampiro sono piccole creature notturne con un’apertura alare di circa 20 centimetri. Vivono solo nelle Americhe e si nutrono esclusivamente di sangue che ottengono perforando la cute della preda attraverso affilati incisivi.

Carneiro, a capo dell’unità di sorveglianza antirabbia, ha spiegato: “Il morso non provoca dolori intensi perché nella saliva del pipistrello sono presenti sostanze analgesiche e anticoagulanti, e proprio queste ultime impediscono la rapida guarigione della ferita”.  Ed ha aggiunto: “Abbiamo rilevato dei cambiamenti nel comportamento dei pipistrelli e un preoccupante aumento della popolazione nella zona. La deforestazione e la distruzione delle grotte costringe i pipistrelli a migrare nelle città”.

To Top