Blitz quotidiano
powered by aruba

“Zio d’America” lascia eredità: due cugini si accoltellano in Canada per spartirsela

VALDAGNO – Due cugini di Valdagno in provincia di Vicenza si accoltellano e finiscono in ospedale a Montreal. Erano volati in Canada per  spartirsi l’eredità di Sansone Moro, nato nel 1931 e morto nel 2014, che negli anni 50 lasciò la vallata dell’Agno per cercare fortuna in America e trovarla in Canada. I due ora sono stati arrestati e sono in attesa di processo.

Come scrive Il Gazzettino

“Sansone Moro è scomparso nel 2014 da vedovo e senza eredi diretti (l’unico figlio è morto prima di lui). L’ingente eredità è stata assegnata alle due sorelle residenti nella vallata dell’Agno, o meglio ai loro figli essendo decedute pure loro. Così Andrea Savegnago e Luciano Zattera, ricevuta nei mesi scorsi una lettera di convocazione da parte di un notaio di Montreal si sono recati in Canada. Nello studio del professionista dopo un paio di incontri i due cugini hanno iniziato a litigare per la spartizione dell’eredità e delle spese accessorie. In un terzo incontro per la loro litigiosità i due cugini sarebbero stati buttati fuori dallo studio dallo stesso notaio”.

A colpire per primo è stato Luciano Zattera. In strada, Zattera ha ferito all’addome Andrea con un coltello. Quest’ultimo ha risposto colpendo alla testa il rivale con un oggetto contundente: entrambi sono stati portati in ospedale e ricoverati. Dopo qualche giorno sono stati arrestati e  rilasciati solo dopo avere pagato la cauzione. Ora verranno processati in tempi rapidi. Le liti tra i due cugini non sono servite a nulla se non a far decidere il blocco dell’eredità da parte delle autorità canadesi.