Cucina

Bistecca, come cucinarla: gli errori da non fare assolutamente

Bistecca, come cucinarla: gli errori da non fare assolutamente

Bistecca, come cucinarla: gli errori da non fare assolutamente

ROMA – Cucinare una bistecca può sembrare semplicissimo, ma non lo è affatto. Bastano infatti piccoli errori per sciupare tagli di carne di alta qualità. Con alcune accortezze però si può preparare un piatto succulento e perfetto.

Per preparare una buona bistecca, saporita al punto giusto e morbida, occorre prima di tutto scegliere la carne giusta, controllando origine, taglio e frollatura. Come ricorda il Corriere della Sera, il colore deve essere rosso intenso, senza riflessi metallici, ed è buono sapere che il contorno di grasso chiaro è indice di qualità e salute della bestia.

Conviene sempre togliere la bistecca dal congelatore qualche ora prima e cuocerla così in una padella in ghisa o in ferro a temperatura ambiente, soprattutto se l’intenzione è di mangiarla al sangue.

Il sale andrebbe aggiunto in fase di cottura e l’olio, non indispensabile, deve essere poco se si cucina alla griglia, per evitare che coli sulla brace.

La cottura su barbecue è comunque preferita a quella sulla griglia, perché il fumo trattenuto dà il giusto aroma al piatto. Per finire, è sbagliato mangiare una bistecca appena cotta, andrebbe fatta prima riposare qualche minuto.

To Top