Cucina

Chef Ruffi, chi è il mito di Facebook che fa la carbonara con la panna

Chef Ruffi, chi è il mito di Facebook che fa la carbonara con la panna

Chef Ruffi, chi è il mito di Facebook che fa la carbonara con la panna

ROMA – Carbonara con la panna: i puristi della cucina italiana (o anche semplicemente persone di buon senso a tavola) inorridiscono al solo pensiero. Ma Chef Ruffi ne ha fatto il suo cavallo di battaglia. Chi? Chef Ruffi, il nuovo fenomeno social dei fornelli. Le sue ricette “sbagliate” stanno spopolando su Facebook, tanto da indurre a credere che in realtà si tratti di un’operazione studiata.

D’altronde la destrezza con cui Chef Ruffi si muove tra pentole e padelle è quantomai sospetta. Ed è lui stesso a confermare, in una intervista al Gamero Rosso, di lavorare nel mondo della ristorazione da più di 17 anni. Di lui non si sa niente: né la provenienza (anche se nei filmati tradisce un evidente accento meridionale) né dove lavori adesso. Eppure in tanti ormai lo vedono, lo condividono o lo criticano con i commenti più cattivi su Facebook. Ma lui va avanti imperterrito per la propria strada, forte della massima per cui “l’importante è che se ne parli”.

Carbonara con la panna: chi di noi non ha mai visto il proprio coinquilino fuorisede fare qualcosa di simile o di analogo? Chi non ha mai visto un siffatto scempio sul menù di qualche ristorante italiano di terz’ordine all’estero (menù nei quali la carbonara è immancabile, e magari il turista giapponese di turno non baderà troppo all’utilizzo del guanciale piuttosto che della pancetta o del parmigiano per il pecorino).

L’obiettivo di Ruffi è invece semplice: rifare ricette tradizionali mettendoci meno tempo possibile (la carbonara è pronta in circa 3 minuti) e utilizzando materiali magari poco ricercati ma più economici e che chiunque di noi può avere nel frigorifero anche in tempi di vacche magre.

La sua filosofia è spiegata nell’intervista a Massimiliano Tonelli:

Nella tua pagina sei sommerso di critiche. Decine di migliaia di commenti indignati. Ti dispiace?

Ci saranno sempre degli Eschimesi pronti a dettar norme su come devono comportarsi gli abitanti del Congo durante la calura. Insomma mi criticano perché sono gelosi. Gelosi di come cucino.

Gelosi di come cucini? Ma se hai appena pubblicato la videoricetta dell’arancino di riso senza metterci il riso pur avendolo preparato di tutto punto prima con tanto di curcuma (tanto secondo te è “uguale” allo zafferano)…

Eh, hai visto. Però la cosa ha creato dibattito. E per me la cucina è questo.

To Top