Cucina

Hamburger di laboratorio: Bill Gates e Richard Branson investono nella carne sintetica

Hamburger di laboratorio: Bill Gates e Richard Branson investono nella carne sintetica

Hamburger di laboratorio: Bill Gates e Richard Branson investono nella carne sintetica (foto d’archivio Ansa)

SAN FRANCISCO – Volete mangiare un hamburger di laboratorio? Entro due anni, può essere possibile: Richard Branson e Bill Gates hanno investito milioni di dollari in una startup californiana, la Memphis Meats, che crea carne sintetica o artificiale. La Memphis Meats, con sede a San Francisco, ha fatto un passo avanti nella produzione di carne sintetica, grazie a un investimento di 17 milioni di dollari.

A garantire supporto finanziario alla startup è stata la DFJ, società di venture capital, che precedentemente ha sostenuto Tesla, SpaceX e Skype. L’iniziative include il magnate di Microsoft, Bill Gates, l’imprenditore e fondatore della Virgin, Richard Branson, e Cargill, multinazionale statunitense, attiva principalmente nel settore alimentare. La Memphis Meats ha già prodotto manzo, pollo e anatra prelevando cellule staminali dagli animali, senza doverli allevare o macellare.

Memphis Meats spera di portare, tra due o tre anni, la carne sintetica sugli scaffali dei supermercati; la prima linea di prodotti comprende hot dog, salsicce, hamburger e polpette, realizzate seguendo le ricette di rinomati chef. In un’email a Bloomberg, Branson ha dichiarato: “Sono entusiasta di aver investito in Memphis Meats. Credo che nell’arco di 37 anni non avremo più bisogno di uccidere gli animali, la carne sarà pulita o vegetale ma avrà lo stesso sapore e sarà molto più sana per tutti”.

Uma Valeti, co-fondatore e CEO di Memphis Meats, ha affermato:”A tutti piace la carne ed è un alimento fondamentale in molte culture ma la domanda cresce continuamente e l’attuale produzione convenzionale di carne crea problemi all’ambiente, al benessere degli animali e alla salute dell’uomo. Vogliamo risolverli e produrre carne in un modo migliore”.

Memphis Meats mira a reinventare l’agricoltura animale moderna; secondo le stime delle Nazioni Unite, gli animali consumano circa un terzo dei cereali mondiali e circa un quarto del territorio viene utilizzato per il pascolo, ha riferito The Wall Street Journal.

L’azienda afferma che la sua tecnica all’avanguardia produce minori emissioni di gas serra, fino al 90%, consuma meno sostanze nutritive e non richiede antibiotici o altri additivi utilizzati nella produzione tradizionale di carne.

To Top