Blitz quotidiano
powered by aruba

Napoli Pizza Village: l’evento che porta Napoli nel mondo

Si svolgerà dal 6 all’11 settembre sul lungomare Caracciolo il Napoli Pizza Village.

Napoli – Si svolgerà dal 6 all’11 settembre sul lungomare Caracciolo il Napoli Pizza Village.

Tonda come il sole che splende su Napoli e profumata come la natura che la circonda, la pizza è la specialità per cui la città partenopea – e con essa l’Italia intera – sono giustamente famose nel mondo. La sua genesi, come ogni mito che si rispetti, si perde nelle brume del tempo. Si sa che già nel 1500 la pizza era un alimento diffuso a Napoli, mentre la pizza Margherita – la pizza per eccellenza, con pomodoro, mozzarella e basilico – nasce ufficialmente nel 1889, quando viene presentata alla Regina Margherita di Savoia dal cuoco Raffaele Esposito, un nome che ha fatto la storia di Napoli. Da cibo dei poveri a portata da Re, dunque: la pizza è una pietanza “democratica” perché tutti possono permettersela.

La pizza è un’emozione

Raramente il gusto e il sentimento si sposano così bene in una pietanza al punto da diventare un’esperienza non solo del palato, ma anche dell’anima. La pizza è così: un equilibrio perfetto di sapori e odori che mette di buonumore, una magia semplice e, tuttavia, anche un’alchimia misteriosa che solo chi è “del mestiere” sa ricreare ogni volta, per la gioia degli occhi e dello stomaco. Un cibo sano versatile capace di adattarsi ad ogni gusto e situazione: a fette, a spicchi, a tranci, piegata “a portafoglio”, in piedi, seduti al ristorante o sul divano di casa, puoi consumarla ovunque e con chiunque. E proprio la versatilità della pizza è la chiave della sua straordinaria diffusione: fonte di ispirazione per chef di ogni parte del mondo è stata adattata secondo usanze locali e ingredienti tipici.

La pizza è arte

Anche se la ricetta sembra facile, la pizza nasce dall’abilità e dall’estro del pizzaiuolo che modella la pasta proprio come fa uno scultore con la creta e per questo, per volontà del Ministero dell’Agricoltura e del Ministero degli Esteri, l’arte dei pizzaiuoli napoletani sarà candidata dall’Italia nella Lista del Patrimonio Mondiale dell’Umanità Unesco: una decisione di enorme rilevanza, che attesta l’importanza dell’arte dei pizzaiuoli come simbolo identitario e come sprone per il riscatto e la rinascita di un popolo intero.

Il mito continua: Napoli Pizza Village

Napoli Pizza Village è un appuntamento fisso che, dal 2011, richiama sul lungomare di Napoli migliaia di visitatori – da ogni parte del mondo – nel nome della cultura napoletana in tutte le sue forme. Regina di questa manifestazione è, naturalmente, la pizza nelle sue mille declinazioni: prima protagonista di gare e laboratori aperti al pubblico e poi gustoso leitmotiv di concerti e spettacoli a cui partecipano celebri nomi della cultura, della canzone e della comicità italiane tra i quali, nella prossima edizione, Teo Teocoli, Ron, Lino D’Angiò e i comici di Made in Sud. Napoli Pizza Village richiama anche l’attenzione di partner commerciali d’eccellenza a significare l’importanza come evento catalizzatore di risorse non solo culturali, ma anche economiche: un bene per una città come Napoli che aspira a confermare le sue tradizioni ma anche a rinnovare la sua immagine esportando nel mondo le sue eccellenze.

L’evento

Tradizione, cultura e naturale associazione nel mondo al prodotto “Pizza”, quindi, gli elementi che fanno di Napoli la location ideale per il Napoli Pizza Village che, anche quest’anno, sarà ospitato dal suggestivo e celebre lungomare di Via Caracciolo.

Una manifestazione completa e polivalente, realizzata sotto l’egida della Presidenza della Repubblica Italiana, del Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali, della Regione Campania e grazie all’impegno del Comune di Napoli e dei Partner commerciali che sempre più credono nell’evento.

Napoli Pizza Village è un’occasione per gli operatori del settore ma soprattutto per il pubblico dei grandi eventi, animato dalla presenza di 50 tra le più rinomate pizzerie napoletane al mondo.

Con accesso completamento GRATUITO (e con soli 12€ è possibile acquistare, anche prenotando il proprio biglietto online, il menù con pizza bibita, dolce e caffè!), dal 6 all’11 settembre dalle ore 18:00 alle 24:00, l’edizione 2016, prenderà vita nel tratto pedonale di via Caracciolo nel quale insiste la Rotonda Diaz.

Un villaggio in cui musica, cabaret, animazione, laboratori, performance sportive e spettacolari, focalizzano l’attenzione sulla vera ed unica protagonista: la pizza.

La sesta edizione del Napoli Pizza Village sarà ancora una volta teatro del Campionato Mondiale del Pizzaiuolo 15° edizione Trofeo Caputo. Pizzaiuoli provenienti da ogni parte del mondo si confronteranno in diverse categorie di gara, offrendo, proprio durante l’evento che celebra la pizza, uno spettacolo unico ed irripetibile di abilità ed esperienza, unito al talento e alla competizione.

Grande novità di questo appuntamento, infine, sarà NPV Preview. Come per la moda, anche la Pizza Napoletana avrà un vero e proprio momento di presentazione dei trend e delle novità che troveremo nelle pizzerie napoletane in Italia e nel mondo. Un’area esclusivissima, riservata ai Top Player Mondiali della pizza napoletana che presenteranno alla stampa e ad un pubblico ristrettissimo le pizze che troveremo nei menù autunno/inverno 2016/17 delle loro pizzerie tracciando, di fatto, mode e trend che segneranno il futuro di una pizza napoletana sempre più dinamica e sempre più ricercata.

Da giovedì 8 a domenica 11 Settembre, per ognuna delle 4 serate, 3 Maestri Pizzaiuoli saranno i protagonisti di NPV Preview, con 200 posti gratuiti disponibili per il pubblico, che è possibile prenotare direttamente dal sito ufficiale della manifestazione.


TAG: ,