Cucina

Pesce, come si cucina? I 7 errori da evitare per non guastarlo

ROMA – Come si cucina il pesce? Qual è la temperatura giusta per non guastarlo? E quanto sale basta? Prima di mettersi ai fornelli è bene conoscere le cose da non fare assolutamente. Il sito Prevention.com ha stilato una lista dei sette errori più comuni da evitare per non rovinarsi la cena.

1. Non controllare le lische. Uno degli errori più frequenti è quello di non verificare che il pesce sia pulito, per evitare di ritrovarsi fastidiose lische in gola. Ma se il solo controllo visivo non basta, meglio non pasticciare con le mani e munirsi di apposite pinzette per estrarle delicatamente.

2. Troppo sale. Una buona marinatura è essenziale per dare sapore a una pietanza delicata come il pesce. Ma occhio a non esagerare: troppo sale potrebbe renderlo secco e molliccio. Meglio usarne un pizzico e aggiungere il resto del condimento prima di mettere il pesce in padella.

3. Non asciugare il pesce. Se volete ottenere una crosta dorata e croccante è necessario che la superficie non sia bagnata. Prima di mettere il vostro filetto sul fuoco dovrete asciugarlo con uno strofinaccio da cucina.

4. Non riscaldare la padella. E’ vero che il pesce cuoce in fretta, ma non bisogna mai dimenticare l’abc della buona cucina. Prima di metterlo in padella è bene che questa sia scaldata al punto giusto: l’olio deve essere scintillante ma non fare il fumo. Altrimenti rischiate una cottura non uniforme o peggio che si attacchi

5. Sbagliare lato di cottura. Sembra una sciocchezza ma in realtà fa un’enorme differenza. Iniziare sempre dal lato della pelle, che essendo grassa e spessa impiegherà più tempo a cuocersi, proteggendo al contempo la carne delicata. A cottura ultimata potrete staccarla con più facilità

6. Girare il pesce continuamente. Capovolgere un filetto prima che il lato inferiore sia perfettamente cotto servirà solo a farlo attaccare e a romperlo. Per essere certi che il fondo sia cotto uniformemente basta fare attenzione ai bordi.

7. Cuocere troppo a lungo. Il pesce stracotto diventa duro, asciutto e insapore. La norma è mantenersi tra i 3 e i 5 minuti per lato. Nel dubbio potreste utilizzare un termometro da cucina: quando la temperatura interna nella parte più spessa raggiunge i 60 gradi, è il momento di spegnere i fornelli.

To Top