Blitz quotidiano
powered by aruba

Uova in frigo o fuori? E’ uguale: ecco come conservarle

ROMA – Tieni le uova in frigorifero o a temperatura ambiente? In entrambi i casi, non si sbaglia. Secondo alcuni studi mettere le uova in frigorifero contrasta la formazione di batteri, che invece prolificano a temperatura ambiente. Un nuovo studio condotto in Gran Bretagna però sancisce una nuova versione: entrambe le modalità di conversazione di questi alimenti sono corrette.

Il quotidiano La Stampa scrive che la maggior parte degli europei le tengono in frigo, ma la conservazione è diventata argomento di dibattito e gli scienziati fanno chiarezza:

“Pro e contro
I sostenitori della refrigerazione pensano che senza di essa si rischi la formazione di batteri. Diversi produttori, scienziati, chef sostengono che se un uovo è contaminato, la temperatura ambiente permetterà al batterio di moltiplicarsi, mentre il colore, l’odore non cambieranno, per cui capirlo ad occhio sarebbe impossibile. C’è anche uno studio americano, pubblicato sul Journal of the Science of Food and Agriculture a sostenere questa tesi. Più di 2000 uova (provenienti da allevamenti intensive) sono state conservate a temperature diverse per 4 settimane. Le più deteriorate erano quelle conservate a temperature più alte.

Non mancano tuttavia le opinioni inverse: l’uovo si conserva perfettamente al di sotto dei 20 gradi centigradi per anche un mese. E’ per questo che i supermercati le espongono fuori dal frigo. Per una settimana a qualsiasi temperatura ambiente se l’uovo è biologico e fresco. Militari impiegati in spedizioni sottomarine affermano di mantenere le uova in una stanza non refrigerata e consumare tranquillamente le uova per settimane. Inoltre qualcuno afferma che il posizionarle in frigo nello scompartimento sulla porta rovina le uova a causa dei continui scossoni. Infine, le uova a temperatura ambiente migliorano (anzi, a volte sono la chiave del successo) la pasticceria.

Il responso
Gli scienziati interpellati dal Daily Mail hanno confrontato 2 marchi di uova britanniche. Alcune sono state tenute alla temperatura media di un frigo, altre a temperatura ambiente. Con cadenza regolare sono state testate le uova, cercando presenze batteriche (stafilococco aureo, E.coli, salmonella, campylobacter, listeria). Dopo 1 settimana le uova apparivano identiche, dopo 2 settimane i risultati continuavano ad essere uguali. Tutte le uova erano perfettamente sane. Il campione è piccolo naturalmente, ma i risultati, a detta di Jay Tolley, manager dei laboratori, dimostrano che conservare le uova dentro o fuori dal frigo non influisce sulla loro sicurezza”.


PER SAPERNE DI PIU'